Corso di Formazione in "Trattamento Tradizionale Thailandese"

L’arte millenaria del Trattamento Thailandese è frutto di una lunga storia che sconfina nella leggenda. Fu codificato dal medico indiano Jivaka Kumar Baccha, amico e seguace di Buddha. 

Quando i monaci buddhisti e i discepoli del medico arrivarono in Thailandia, nel III o II secolo a.C., diffusero questo tipo di trattamento come pratica del Metta, la gentilezza amorevole, in contemporanea al propagarsi del Buddhismo. In lingua thai, il Trattamento Tradizionale Thailandese viene denominato “nuad phaen borarn” e significa letteralmente “toccare per guarire” (nuad) e “antico/degno di riverenza” (borarn).

Teoria e tecnica
Il Trattamento Tradizionale Thailandese è un trattamento corporeo indicato per recuperare la forza vitale e ristabilire l’equilibrio bio-energetico. 

Prende spunto dai concetti della Medicina Tradizionale Cinese e della Medicina Indiana Ayurvedica ed è arricchito da elementi di yoga e stretching. Combina, infatti, la digitopressione dei punti tipici dell'agopuntura con uno stretching assistito ispirato allo Yoga di derivazione indiana, che apre il corpo energeticamente e fisicamente.


Il Trattamento Tradizionale Thailandese si caratterizza per la fluidità e la ritmicità con cui vengono eseguiti pressioni, stiramenti, rotazioni. 
In esso, le digitopressioni stimolano la circolazione e il drenaggio linfatico, riattivando i flussi di energia, e le manipolazioni allentano le tensioni, rendendo flessibili le articolazioni. 
Le tecniche vengono eseguite dall'operatore non soltanto con le mani ma anche con gli avambracci, le ginocchia, i gomiti e i piedi.
Questo trattamento viene praticato su un materassino con vestiti comodi e non prevede l'utilizzo di oli.


Effetti e benefici
Riequilibrando lo stato energetico della persona, il Trattamento Tradizionale Thailandese induce uno stato di benessere psicofisico generale.
Trattamenti regolari di massoterapia thailandese stimolano e mantengono in salute la circolazione sanguigna, il flusso linfatico, il sistema nervoso, il sistema muscolare, il sistema ormonale e le articolazioni.

Corso
Il corso di formazione in Trattamento Tradizionale Thailandese è di 32 ore, da svolgersi a scelta sia in formula week-end, sia in classi serali, con l'ausilio di un/a modello/a.
Le date potranno essere stabilite con molta flessibilita', rispettando le esigenze dell'allievo, in quanto le lezioni potranno svolgersi anche individualmente.

Il contributo associativo per la partecipazione al corso è di € 450.00.

Al termine del corso sarà rilasciato il materiale didattico e l’attestato di partecipazione al corso di Trattamento Tradizionale Thailandesericonosciuto dall’ASI/CONI settore DBN-DOS (Discipline Bio Naturale e Discipline Olistiche per la Salute).


Programma didattico

Introduzione 
  • Le origini storiche del Trattamento Thai
  • Significato del Trattamento Thai
  • Tecniche e stili del Trattamento Tradizionale Thailandese
  • La Teoria dei 10 SEN
  • Le regole fondamentali per la pratica del Trattamento Tradizionale Thailandese

Contenuti del corso 
  • Linee principali d’energia del corpo 
  • Trattamento della parte anteriore del corpo:
    • I piedi, le gambe
    • Torace e arti superiori (mani e dita)
  • Trattamento in posizione laterale:
    • Gambe, allungamento
  • Trattamento della parte posteriore del corpo:
    • Piedi e gambe
    • Fondo schiena, spina dorsale, spalle e linee d’energia
    • Allungamenti
  • Trattamenti in posizione seduta
    • Flessioni, braccia, spalle e scapole
    • Testa e nuca
    • Allungamenti, viso
    • Esercitazioni pratiche intensive

Docente: 
Mara Casadio, diplomata nel tempio buddhista di Wat Pho (Thailandia) e certificata ASI/CONI settore DBN-DOS.
Istruttrice: 
Michela Pistone, certificata ASI/CONI settore DBN-DOS.

Per info e prenotazioni, contattare:
Mara - 3471290439
Michela - 3317954965